Il Bianco Rosso - Home Page
» Aggiungi ai Preferiti
» Imposta come Home Page
» Collabora con noi



CERCA
Feste e tradizioni
Natale e Pasqua due ricorrenze importanti per i molfettesi. Dalle celebrazioni religiose del Santo Natale (vedi il canto della Santa Allegrezza) a quelle della Settimana Santa, in periodo pasquale. Si inizia il venerdì antecedente la Settimana di passione con la processione dell'“Addolorata”, che viene preceduta da musicanti formanti il cosiddetto “Tèmmurre”: si tratta di un vero e proprio lamento funebre (forse di origine araba) in cui coesistono il nervoso rullio del tamburo e le dolci e meste note del flauto, concluse dal vigoroso “ti-tèèè” della tromba.

Si prosegue con la processione del Venerdì Santo (“I Cinque Misteri”, statue lignee, forse di scuola veneziana, rappresentanti la passione di Cristo) e con quella del Sabato Santo (statue in cartapesta dell'artista molfettese Giulio Cozzoli).
Le statue sono seguite dalla Confraternite, ognuna con una particolare divisa, la cui origine risale addirittura ai tempi di Dante Alighieri (Confraternita di S. Stefano dal “Sacco Rosso”). Ma il clou di questi riti è rappresentato dalle “marce funebri”, il cui ascolto commuove l'animo del molfettese. Per quanto ispirato dalle tendenze romantiche dei secoli scorsi, il molfettese ha saputo crearsi una “sua” musica nella quale la melodia è intrisa, sì, di dolore, ma anche di speranza e ognuno ne resta avvinto e commosso. Come non commuoversi, infatti, quando, nel silenzio della folla, dalla chiesetta di Santo Stefano appaiono i piedi della statua di Cristo morto, accompagnati dalle note strazianti del “Conzasiegge”.

Non è possibile immaginare un molfettese senza le “sue” marce funebri poiché la componente musicale delle celebrazioni religiose lo eleva spiritualmente e lo rende più partecipe.
L'8 settembre ricorre la festività della patrona Madonna dei Martiri, la cui statua viene portata per mare su pescherecci addobbati a festa e, successivamente, portata in processione per la città. È la festa cittadina più importante, che si accende di splendide luminarie e fuochi d'artificio.


:: Canali
Cronaca
Politica
Cultura
Sport

:: Scegli
HOME PAGE
INDIETRO
STAMPA

:: Speciale Molfetta
Dove siamo
Feste e tradizioni
La fiera dell'8 settembre
Chiese
La Basilica Madonna dei Martiri
Il Pulo
Manifestazioni Pro Loco
Uomini illustri
Ricette
Monumenti

Aranea Internet Marketing
REDAZIONE    |    SCRIVICI    |    PUBBLICITÀ    |   PRIVACY |    COLLABORA CON NOI

© 2006 Il Biancorosso - Tutti i diritti sono riservati.