Il Bianco Rosso - Home Page
» Aggiungi ai Preferiti
» Imposta come Home Page
» Collabora con noi

CERCA
news del 05.09.2018

Verso un unico corpo

Street-control, drone, fototrappole e pattuglie miste: entra nel vivo l’intesa tra i sindaci di Terlizzi, Molfetta e Giovinazzo verso un corpo unico di polizia locale 


Entra nel vivo il progetto di un corpo di polizia locale unico tra i comuni di Terlizzi, Molfetta e Giovinazzo con la condivisione e lo scambio di attrezzature e personale. Ieri, presso il comune di Terlizzi, si è tenuto un vertice tra i sindaci delle tre città che ad aprile scorso firmarono la storica convenzione per un coordinamento congiunto dei rispettivi corpi di polizia, unico esempio in Puglia tra città di tali dimensioni. Ninni Gemmato​, Tommaso Minervini e Tommaso Depalma hanno sottoscritto il piano di intervento congiunto da attuare nei prossimi mesi attraverso l’utilizzo intercomunale di agenti e attrezzature in dotazione ai rispettivi corpi. In concreto, i vertici delle polizie locali mettono a disposizione propri uomini e mezzi in sinergia per l’utilizzo congiunto nelle tre città. 

All’incontro hanno preso parte gli assessori alla Sicurezza di Terlizzi, Molfetta e Giovinazzo rispettivamente Nino Allegretti​, Pasquale Mancini e Salvatore Stallone​, il comandante della polizia locale di Terlizzi e Molfetta Col. Giovanni Di Capua e il comandante della polizia locale di Giovinazzo Mimmo Camporeale​. Il piano di intervento sinergico sarà attuato già a partire da settembre e prevede controlli settimanali della velocità mediante telelaser (in dotazione alla polizia di Molfetta) sulle principali vie che collegano le tre città con pattuglie miste formate da agenti dei tre comuni interessati; l’istituzione di una pattuglia annonaria intercomunale contro il fenomeno del commercio abusivo ambulante e a posto fisso sia nei mercati settimanali che nelle aree mercatali delle varie città; posizionamento di fototrappole portatili (in dotazione a Terlizzi) per prevenire il fenomeno dell’abbandono irregolare dei rifiuti; utilizzo congiunto dello street-control (in dotazione a Molfetta) per rilevare la presenza di veicoli in sosta irregolare; utilizzo di un drone (in dotazione al corpo di polizia di Giovinazzo) per il monitoraggio dell’agro delle tre città finalizzato alla georeferenziazione di discariche abusive, oltre che alla prevenzione dei furti nelle campagne. L’accordo, che in realtà aveva avuto una prima sperimentazione già ad aprile scorso in occasione della visita del Papa a Molfetta e durante la festa patronale di Terlizzi con la collaborazione intercittadina di vigili, farà ora un ulteriore passo in avanti: Terlizzi, Molfetta e Giovinazzo potranno così contare su un organico potenziale di 73 agenti, 4 funzionari e un dirigente in comune tra Terlizzi e Molfetta. 

Questa intesa firmata a Terlizzi dai tre sindaci dà dunque attuazione alla fase 2 della convenzione («coordinamento congiunto delle attività di polizia locale e impiego del personale per il reciproco rafforzamento dei corpi di polizia locale e interventi integrati di polizia sul territorio»). Seguiranno la presentazione dei risultati ottenuti (fase 3), l’eventuale sottoscrizione di accordi e patti con la Regione Puglia e la Prefettura di Bari (fase 4); l’eventuale presentazione ai rispettivi consigli comunali di una proposta formale di associazione del servizio di polizia locale (fase 5). 


:: Canali
Cronaca
Politica
Cultura
Sport

:: Scegli
HOME PAGE
INDIETRO
STAMPA

:: Speciale Molfetta
Dove siamo
Feste e tradizioni
La fiera dell'8 settembre
Chiese
La Basilica Madonna dei Martiri
Il Pulo
Manifestazioni Pro Loco
Uomini illustri
Ricette
Monumenti

Aranea Internet Marketing
REDAZIONE    |    SCRIVICI    |    PUBBLICITÀ    |   PRIVACY |    COLLABORA CON NOI

© 2006 Il Biancorosso - Tutti i diritti sono riservati.